La piattaforma di ghiaccio di Pine Island, in Antartide, sta per perdere un altro gigantesco iceberg. Una frattura di 30 chilometri genererà il distacco di un blocco di ghiaccio di 300 chilometri quadrati, addirittura più grande di quello di 260 chilometri quadrati che si staccò solo lo scorso anno.

Sarebbe il sesto distacco più grande dal 2001 ad oggi: l’allarme è stato dato da Stef Lhermitte dell’Università di Delft, in Olanda, con alcune foto riprese dal satellite e condivise sul proprio profilo Twitter.

Al di là delle dimensioni gigantesche del blocco e lasciando da parte anche le tempistiche (che non sono ovviamente prevedibili), colpisce soprattutto un dettaglio di questo evento: di solito questi iceberg si staccano dai bordi dei ghiacciai, mentre in questo caso la frattura va dritta fino al centro. Un particolare che quindi lascia pensare alla pericolosa presenza di acqua calda nel sottosuolo.

L’Antartide occidentale è ormai sempre più frequentemente colpita da questi fenomeni.

SHARE