Google Drive: uscita e probabili caratteristiche

Google Drive

Come detto di recente, i servizi cloud sono in rapida espansione da alcuni anni a questa parte. Essi permettono, tramite registrazione, di caricare online file di qualsiasi genere e condividerli con tutti, in maniera semplice e veloce. Sia Apple che Microsoft già offrono dei propri servizi cloud: iCloud per la mela morsicata, SkyDrive per il colosso di Redmond.

iCloud (necessario un Apple ID) permette di avere uno spazio gratuito di 5 GB in cui non è possibile caricare (senza procedere con guide secondarie) caricare qualsiasi file. Lo spazio è riservato principalmente ai backup dei propri dispositivi iOS.

SkyDrive (necessario un account Windows Live), invece, permette di caricare qualsiasi file online sui 25 gb di spazio offerti.

Google Drive, uscita e probabili caratteristiche

Poteva mancare Google alla “festa”? Con Drive, Google lancerà un nuovo progetto dedicato a tutti gli utenti in possesso di un account Google. Permetterà agli utenti di avere uno spazio di archiviazione di 5 GB (queste sono le voci che girano sul web). Secondo altri rumors, Google Drive (grazie ad Android) permetterà anche di sincronizzare i device mobile (compresi i tablet) con la “nuvola”. Google Drive dovrebbe essere lanciato la prossima settimana per Windows, Mac, iOS e Android. Quindi sia sistemi desktop che sistemi mobile.

Google Drive

Non è ancora chiaro se sarà possibile caricare qualsiasi file al proprio interno e come funzioneranno i client su Win che su Mac, per non parlare anche delle app mobile, iOS e Android. Non resta che attendere la prossima settimana per vedere il tutto!

Google Drive, conclusioni

Come già detto, Google Drive è atteso la prossima settimana. Non vediamo l’ora!

via

Trackbacks

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>