Guida all’acquisto della CPU: un nuovo processore

image
Avete mai pensato di cambiare la CPU? Partendo dalla CPU e dalla scheda madre, potreste cambiare soli il “cuore” del vostro pc, riducendo le spese e rinnovando l’hardware ottenendo prestazioni da urlo.

Ecco una breve guida all’acquisto su come scegliere la CPU più adatta alle vostre esigenze, e…alle vostre tasche.

 

Guida all’acquisto: È tempo di cambiare il CPU? A voi la scelta

Processori AMD: Qualità ottima

image

Modello AMD Phenom II X6 1100T BE
Prestazioni:

Questo nuovo chip hex core è fra i processori per pc più costosi e viene venduto a quasi un terzo del prezzo di quelli Intel.

E la situazione non muterà con il nuovo AMD Phenom II X6 1100T Black Edition – nonostante il fatto che si tratti ufficialmente del chip più veloce e costoso della AMD.

Il Phenom II X6 1100T Black Edition di Intel Core i7 870ella AMD ha un prezzo paragonabile ai processori molto economici della Intel Core i7 come l’Intel Core i7 870. Nonostante ciò, gestisce sei core rispetto ai quattro dell’870. I CPU a sei core della Intel sono molto più costosi.

Inoltre, i core della Intel lavorano molto di più per cycle. Fino a quando non sarà uscita la tanto attesa architettura CPU Bulldozer, la AMD dovrà vendere più core ad un prezzo più basso. Nel frattempo, questo Phenom II X6 rivisitato della AMD sostiene il gioco con una crescita della velocità di clock da 3.2GHz a 3.3GHz.

Per lo più, il Phenom II X6 1100T Black Edition della AMD non è un nuovo processore. Si basa sul sempre più familiare Thuban die a sei core della AMD; un chip che nella architettura richiama direttamente quella della AMD Hammer CPU, vista per la prima volta nel 2003. Questo è un processore a 45 nanometri con 512k di cache per core e un ulteriore memory cache condivisa da 6 MB.

Giudizio: 4.5/5

Phenom II X4 970BE
Prestazioni:

Ormai da tempo speriamo di mettere le mani sui nuovi processori Bulldozer della AMD ma non vi è ancora nessuna traccia, perciò torniamo familiare Phenom II theme. Lasciate stare per il nuovo Phenom II X4 970 Black Edition della AMD.

Basato sul core Deneb a 45 nanometri che è stato prodotto con chip quad core Phenom II per quasi due anni, il Phenom II X4 970 Black Edition della AMD sfoggia un entusiasmante riserva di velocità di clock da 3.5GHz, il che è precisamente 100MHz o il 3% in più della velocità del Phenom II X4 965 Black Edition, che precedentemente era il modello X4 più veloce.

Questo tipo di aggiornamento è sintomatico dell’architettura di un processore giunto all’ultima stazione. Ma mentre il Bulldozer non arriverà così presto, non c’è motivo di credere che il 970 sia una CPU che possa attrarre la nostra attenzione. Così si abbassa il prezzo e la posizione in graduatoria. A più di 160 euro, il 970 sfida direttamente l’Intel Core i5 760. Che la sfida abbia inizio!

Giudizio: 4/5

Phenom II X6 1055T
Versatile

Ricordate quando la AMD lanciò il suo primo processore quad core nel 2007? Noi si, perché prima di allora sembrava come se la AMD fosse arrivata al capolinea. Oggi la società gode di buona salute. Per averne una prova basta guardare il nuovo Phenom II X6 1055T della AMD.

In qualche modo la AMD è riuscita a produrre un processore a sei core e a venderlo a poco più del suo miglior chip quad core, il Phenom II X4 965 Black Edition. In realtà è più conveniente di molti Intel quad. Osservare attentamente i dettagli del Phenom II X6 1055T è ancora più impressionante.

Il conto dei transistor è aumentato da 758 milioni a 904. E già il più piccolo quad core 965 è a 140 Watt mentre il nuovo six core 1055T è un chip da 125 Watt. Certo, a 2.8GHz, il 1055T è un po’ meno veloce del 965 BE a 3.4 GHz. Tuttavia la AMD ha fatto un buon lavoro.

Giudizio: 5/5

Processori AMD: Qualità buona

image

Phenom II X4 955BE
Prestazioni

Quando la AMD lanciò I suoi chip per il nuovo AM3 CPU socket, eravamo perplessi. La AM3 portò la AMD nell’era della DDR3. Ma con tutto ciò nella mente, perché i primi CPU AM3 compatibili si umiliavano con prezzi ridotti, frequenze più basse o meno core?

Sicuramente il nuovo socket meritava un processore nuovo di zecca per fare da trampolino di lancio alla sua larghezza di banda potenziata e al multi color? Finalmente quel chip è arrivato sotto forma del nuovo Phenom II X4 955 Black Edition.

Per quelli di voi senza una laurea in criptografia, permetteteci di decodificare il ridicolo nome del prodotto. Per i meno esperti, è un Phenom II chip, il che significa cool-running, alta velocità di clock a 45 nanometri silicon quindi non quella immondizia assoluta dei transistor a 65 nanometri della AMD. X4, naturalmente, indica 4 core, il che è ancora positivo.

Giudizio: 4/5

Athlon II X2 260

Vuoi costruire un media server economico? Potresti essere stato tentato da uno di quei net-top con un processore Atom dual core e una scheda video Nvidia, ma perché non scegliere uno di questi quando è facile costruire un sistema intorno a questo chip per poco più di 230 euro?

A differenza dell’Atom, il dual core dell’Athlon II è un processore vero e proprio che supporta una esecuzione fuori servizio. Supporterà la maggior parte dei giochi e delle funzioni e non avrà problemi di rallentamento come un Atom.

Il fatto che non abbia la potenza di un prodigioso mobile Intel non c’entra molto con il fatto che vi interessa un desktop di bassa qualità. Infatti, nel complesso, la differenza, tra le performance di questo e del Phenom II X2 565BE non sarà visibile alla maggior parte delle persone. Sta fra i cinque e i dieci frame al secondo dietro al suo “compagno di stalla” per i giochi e secondi più che minuti) dietro nell’encoding video. È uno dei modi migliori per costruire un secondo sistema silenzioso, a basso prezzo per semplici funzioni. La domanda è, siete sicuri di volerlo?

Giudizio: 4/5

Phenom II X2 565BE
All Rounder

Qualunque cosa sia accaduta ai processori triple core X3, AMD sperava che avrebbe vinto sulla massa di quelli a meno di 115 euro? Sembra che siano esauriti o scomparsi dalla maggior parte dei nostri magazzini di negozi on line preferiti, lasciandoci con questo chip doppio core come miglior performer della AMD a quel prezzo.

Il X2 565BE, di sicuro, sembra qualcosa che faccia fare soldi. Un alto clock speed da 3.4GHz e un unlocked multiplier lo rendono solido per i giochi più vecchi. Il problema è che, dopotutto, non ci convince il fatto che vale la pena risparmiare circa 20 euro in confronto al quad core X4 955BE, che è veloce almeno due volte per il video encoding e ha il vantaggio del frame rate per il numero crescente di giochi.

Il retail CPU della Intel a minor prezzo, il Pentium G6950, avrà migliori performance per molto meno. Se vi interessa qualche affare in silicone, una macchina silenziosa che processa, allora cercate il più economico Athlon IIs. The 565BE è una vera delusione.

Come raffreddare la CPU

Potreste aver dimenticato che l’aggiornamento di un processore è la miglioria più oculata che voi possiate fare. Di sicuro, la chirurgia “a cuore aperto” su un pc può essere snervante, ma quando ogni cosa è al suo posto, le moderne schede madri lavorano di concerto con i processori in modo da rendere il lavoro della configurazione molto semplice. In realtà tutto è splendidamente automatico. Se avete dei problemi probabilmente il vostro chip è surriscaldato. Questo è molto probabile se state riutilizzando il vostro attuale dissipatore. Continuate a leggere la corretta procedura per raffreddare nuovi e funzionanti chip.

Ottimizzate i vostri dissipatori

1. Controllate la temperatura del momento

image

Prima di tirare fuori qualsiasi cosa dalla macchina, controllate quanto sia caldo il vostro processore. CPU Hardware Monitor fornisce informazioni dettagliate sulla temperature per i core del vostro PC e della vostra scheda madre. È gratuito.

Fate una lettura con niente in esecuzione (inattivo) e poi mentre è in esecuzione Super Pi (sotto sforzo). In seguito controllate queste figure con i dati del vostro CPU.

2 Rimuovete la ventola esistente

image

La rimozione delle ventole dei processori è semplice. Per i componenti Intel, smontate i quattro perni ruotandoli in senso orario, dovreste poi essere in grado di tirare fuori tutto.

Anche le ventole dei processori standard della AMD sono facili da rimuovere – semplicemente sollevate e riposizionate gli agganci e poi lentamente lasciate uscire la ventola. Non dimenticatevi di rimuovere i cavi della ventola prima di tirare fuori completamente il dissipatore.

3. Rimuovete la pasta termica

image

Prima di posizionare il dissipatore sul vostro tavolo di lavoro, eliminate la pasta termica esistente usando un tessuto e un po’ di solvente. Ne avrete bisogno anche dopo per aggiungere altra pasta termica; se invece non ne avete, è meglio posizionare il refrigeratore senza pulirlo su un foglio di carta in modo che le impurità non si mischino ala pasta esistente. Rimuovete la CPU e eliminate la pasta allo stesso modo.

4. Pulite le lame

image

Usate un pezzo di tessuto ripiegato oppure un pennello morbido lungo la linea delle lame della ventola. Non premete troppo poiché una pressione eccessiva potrebbe romperle. Cercate di accumularla sulla parte superiore delle lame della ventola cosicché non sia troppo difficile eliminarla.

Se la vostra ventola è ricoperta da un rivestimento esterno, smontatela in modo che possiate avere accesso più facilmente al dissipatore e alla ventola.

5. Aggiungere nuova pasta termica

image

Ricollocate il CPU nel suo socket e applicate un altro strato di pasta termica sul processore. Ricordate, il vostro scopo è quello di avere uno strato molto sottile in modo da coprire tutte le fessure fra il CPU e il dissipatore e non di farcirlo come un sandwich. Uno strato sottile sarà sufficiente.

Se non avete rimosso la vecchia pasta termica, controllate quella rimasta e rimuovetene il più possibile.

6. Ricollocate e rifate il test

image

Inserite il dissipatore di nuovo al suo posto e ruotatelo leggermente in modo da assicurarvi che la pasta termica sia omogenea tra il dissipatore e la CPU.

In seguito, posizionate di nuovo gli agganci al loro posto e ricollegate la ventola al vostro sistema. Avviate la vostra macchina e fate poi gli stessi test che avete fatto all’inizio. Se il vostro processore si surriscalda ancora allora avete bisogno di una nuova ventola.

E voi, avete mai pensato come scegliere una nuova CPU?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>