iCloud su Windows

iCloud su Windows

Vi piacerebbe poter utilizzare iCloud su Windows? Vorreste avere la possibilità di utilizzare questo sistema di sincronizzazione e di organizzazione anche all’interno del vostro ambiente Windows? Ecco una guida che vi spiega come fare.

iCloud su Windows: la guida passo per passo

Anche se alcuni di voi potrebbero non crederci, iCloud si può utilizzare su Windows. Sono molti gli utenti che utilizzano il pc con il sistema operativo di Bill Gates e che, però, vorrebbero integrarlo anche con questa tecnologia studiata per un ambiente Mac. Ecco, quindi, la guida per utilizzare iCloud su Windows, passo per passo.

 

iCloud su Windows

Come prima cosa dovrete occuparvi dell’installazione del programma. A questa pagina potrete trovare tutti i riferimenti per il download ed anche il supporto per l’utilizzo del programma.

Cliccate sul bottone di download e potrebbe comparirvi un messaggio di errore o comunque di warning come questo

iCloud su Windows

 

Cliccate su Run (o comunque su ogni risposta equivalente a “Continua”) e potrete dare inizio all’installazione.

Cliccate su Next (“Avanti”) e vi troverete di fronte la pagina dei termini e delle condizioni. Per poter utilizzare iCloud dovrete per forza cliccare su Agree (“Accetto”).

A questo punto il sistema operativo, per scopi di sicurezza, vi chiederà se siete gli amministratori. Ovviamente, per continuare dovrete cliccare su Continua, dopo aver valutato le differenti opzioni a voi più congeniali.

A conclusione dell’installazione basterà cliccare su Fine per concludere il procedimento e avere il vostro programma.

iCloud su Windows: utilizzare il pannello di controllo

 

iCloud su Windows

Alla fine dell’installazione, a meno che ne abbiate disattivato l’opzione, il pannello di controllo dovrebbe aprirsi automaticamente. Qualora ciò non accada cliccate sul menu Start e cercate iCloud nella barra di ricerca (qualora abbiate Vista o Windows 7). Se, invece, avete Xp dovrete cercarlo nel pannello di Controllo di Windows.

Una volta aperta l’applicazione la potrete vedere sempre “in azione” nella parte in basso a destra del vostro desktop. In generale l’applicazione funzionerà come nel Mac, anche se ci sono alcune differenze.

Innanzitutto, l’applicazione, a livello generale, vi consente di fare una serie di operazioni: sincronizzare le mail, i contatti, il calendario, i segnalibri e le foto, sia di provenienza sia verso altri dispositivi.

Così come accade per Mac, anche per Windows esistono dei programmi con i quali iCloud funziona: in questo caso saranno Outlook e Internet Explorer, che possono essere eventualmente modificati con Thunderbird e Google Chrome.
Nella parte inferiore del programma troverete un contatore che indica quanto spazio presente online state utilizzando attraverso iCloud. Avrete comunque a disposizione 5Gb che sono molti per quanto riguarda la maggior parte dei programmi che si possono utilizzare con iCloud. L’unico problema potrebbe riguardare le foto, quindi fate attenzione allo spazio occupato da questi file multimediali.

iCloud su Windows: le conclusioni

Questa applicazione funziona bene all’interno dell’ambiente Windows. È di certo singolare vedere come anche la Apple abbia creato un’applicazione dedicata anche al sistema operativo concorrente. Anzi, questa compatibilità, vista la diffusione dei sistemi Windows, potrebbe fare la fortuna di iCloud consentendone un utilizzo ampio all’interno di ogni pc.
L’unico neo è costituito dal limite dato all’utilizzo di Outlook per la sincronizzazione delle email: ma ci si può passare sopra se si pensa ai vantaggi che derivano da questa tecnologia.

Ed ora che sapete di poter utilizzare iCloud su Windows leggete un’altra delle nostre utili guide!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>