Il client desktop di Amazon Cloud Drive per Windows e Mac è finalmente disponibile

C’è stato un sacco di fermento per quanto riguarda l’archiviazione su cloud in questi giorni. Dropbox, Skydrive, Cubby, Box, Google Drive, OwnCloud, eccetera: sembra come se ogni principale società IT voglia rivendicare il suo posto sul trono dell’archiviazione su cloud. Amazon non è certo rimasta indietro, e infatti ha appena lanciato le applicazioni desktop per Windows e Mac per il suo popolare servizio di archiviazione su cloud chiamato Amazon Cloud Drive.

Nel caso in cui nei mesi passati abbiate vissuto in eremitaggio in una grotta, Amazon Cloud Drive è stato introdotto nel 2011 con 5 GB di spazio gratuito concesso agli utenti, e piani di archiviazione aggiuntivi a pagamento. Permette alle persone non solo di uploadare i propri files sulla cloud, ma anche sposta tutta la musica acquistata sull’ Amazon MP3 Store direttamente sulla cloud.

Con l’introduzione di una applicazione desktop, ora è molto più facile per gli utenti caricare e memorizzare i file da condividere con i loro colleghi o amici. Se questo servizio è migliore degli altri servizi cloud è un altro paio di maniche, ma per il momento cerchiamo di scoprire come funziona.

Dopo il lancio, l’applicazione chiede di registrarsi prima di iniziare. Se si ha già un account Amazon, basta inserire la propria email e password e fare clic su Sign In. Nel caso in cui non lo si abbia, fare clic su Create an Amazon account  per essere trasportati sul sito web di Amazon e poter creare un nuovo account.

Dopo essersi loggati con successo, si può godere di un tour guidato nell’ app così da fare conoscenza con le sue capacità di upload ed il suo funzionamento, in quattro semplici passaggi.

Per quanto riguarda l’interfaccia grafica dell’app, essa in realtà non esiste, dato che l’applicazione rimane interamente nel system tray e tutte le operazioni possono essere fatte da lì. A differenza di altri servizi di cloud popolari, non esiste una funzione di sincronizzazione, il che significa che non sincronizza qualsiasi cartella creata sul sistema con la cloud. Invece, quello che occorre fare per caricare i file è trascinarli e rilasciarli sopra l’icona del system tray o fare clic destro sulla cartella/file desiderato e scegliere Send to seguito da Amazon Cloud Drive.

Una finestrella di notifica viene visualizzata sopra l’icona del system tray per permettere all’utente di rimanere aggiornato con i progressi del caricamento.

Si può fare clic destro sull’icona nel system tray per aprire il sito web di Amazon Cloud Drive, controllare l’attuale disponibilità di spazio di archiviazione, acquistare spazio aggiuntivo ecc. Passare il mouse sopra le opzioni rivela invece le impostazioni per eseguire Amazon Cloud Drive all’avvio del sistema ed aprire o modificare la cartella di download per i file.

Nei nostri test, l’applicazione ha funzionato senza problemi, e tutti i nostri file e cartelle sincronizzati sono state copiati correttamente sulla cloud.

L’applicazione Amazon Cloud Drive è disponibile per Windows e Mac OSX. La variante per Windows funziona su Windows XP, Windows Vista, Windows 7 ed anche Windows 8.

Il client desktop di Amazon Cloud Drive si può scaricare seguendo questo link.

Trackbacks

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>