A differenza dei suoi rivali, Apple non vuole anticipare i tempi e presenterà i suoi primi iPhone con supporto al 5G soltanto nel 2020. La corsa per lanciare il primo smartphone col nuovo standard di connettività è cominciata e vede anche Samsung nel gruppone di aziende (tra cui anche OnePlus e Oppo) che puntano ad ufficializzare ad inizio 2019 i primi device compatibili.

Cupertino agirà con estrema calma: nel 2020 arriveranno quindi gli iPhone con modem 5G firmato da Intel (modello 8161) con processo produttivo a 10 nm; l’azienda in questione dovrebbe tra l’altro essere l’unico fornitore di questi modem per il colosso californiano.

In questo senso è da scartare a priori la collaborazione con Qualcomm (con la quale ci sono diatribe legali ancora in corso) mentre MediaTek potrebbe essere in considerazione solo come fornitore secondario. Apple avrebbe provato a testare già il modem 8060 di Intel, ma i risultati (soprattutto dal punto di vista dell’affidabilità) non sono stati soddisfacenti: da qui la scelta di rinviare il tutto al 2020.

SHARE