iPhone 5: alcune considerazioni personali

iPhone 5

Come sapranno ormai anche i muri, ieri 12 settembre allo Yerba Buena Center di San Francisco Apple ha presentato il nuovo iPhone, iPhone 5. Tralasciando a chi piace ed è rimasto soddisfatto del nuovo prodotto, a chi è rimasto deluso per la “non rivoluzione estetica” e a chi piace “trollare”, in questo articolo scriverò alcune delle mie considerazioni personali, oltre a dei piccoli dettagli (che fanno la differenza), sorvolati o addirittura ignorati da tanti.

iPhone 5, considerazioni personali

Partiamo dal nome. Personalmente dopo la presentazione della terza generazione di iPad (new iPad) mi aspettavo che Apple decidesse di optare anche per il suo smartphone questa nomenclatura. Così non è stato.

iPhone 5

L’iPhone 5 è il sesto modello, sesta generazione (2G, 3G, 3GS, 4, 4S) ed il primo con un display superiore ai 3,5 pollici.

Il display, appunto. Sul display la differenza con i modelli precedenti (cito il 4 e 4S) non è solo questione di dimensioni e risoluzione. Per la prima volta in un telefono vi è un aspect ratio pari a 16:9, un nuovo probabile standard per la telefonia mobile. Ma non finisce qui, Apple non solo si è limitata ad “allungare” di 9mm il nuovo iPhone per consentire all’utente di coprire con una mano l’intero display retina, ma ha aumentato la saturazione di colori del 44%, i pixel del 18% e (conseguenza dell’aumento di dimensioni), la risoluzione fino a 1136×640.

iPhone 5

Ok, direte. Ci sono tanti smartphone Android con risoluzioni ancora maggiori. Quel che probabilmente non è passato agli occhi degli utenti è questa piccola evoluzione, proprio del display.

“Il primo display Retina con tecnologia touch integrata. Invece di avere uno strato separato di elettrodi tattili tra i pixel del display, ci sono solo i pixel che fanno il doppio del lavoro: funzionano come elettrodi sensibili al tocco e allo stesso tempo visualizzano l’immagine. Il tutto, su un display che è diventato il 30% più sottile di prima”.

Per molti sono e rimarranno solo parole. Dettagli, per l’appunto.

Design, quel che è cambiato. Non appena han presentato l’iPhone 5 io stesso pensavo di trovarmi di fronte al vecchio modello, parlando di design. Guardando con calma, non è rimasto praticamente nulla delle precedenti generazioni (4 e 4S). Senza riscrivere gli stessi numeri e le stesse percentuali, il nuovo iPhone è più sottile, di dimensioni maggiori e soprattutto più leggero. 112 grammi, per uno smartphone da 4 pollici non sono proprio nulla.

iPhone 5

Come spiegato nelle pagine sul sito Apple, per realizzare tutto ciò si è dovuto cambiare diversi componenti, tra cui la SIM che da ora in poi sarà chiamata nano e il connettore in basso, denominato Lightning a 8 pin (contro i precedenti 30 del vecchio).

Altri dettagli (tanto per continuare con il discorso “il 5 è uguale al 4S”) sono relativi alla cornice, al “di sotto” completamente rifatto (con due microfoni, ingresso cavo, ingresso jack 3,5) e soprattutto alla parte posteriore sulla quale vorrei spendere alcuni caratteri, giusto per mettere in risalto le migliorie apportate.

iPhone 5

Il retro posteriore è totalmente fatto in alluminio, lo stesso materiale usato nei portatili Apple (i Mac) in due colorazioni: inserti in vetroceramica (per il modello bianco e argento) o in vetro pigmentato (per il modello nero e ardesia). Per non parlare degli angoli:

Per smussare gli spigoli usiamo un diamante cristallino.

Ma come detto già 100 volte, questi sono e resteranno dettagli.

Fotocamera, gli stessi 8 megapixel? Bisognerebbe dire solo “lo stesso numero”. I megapixel rimangono 8 nella fotocamera iSight di iPhone 5, ma anche qui sono tante le migliorie apportate a partire dalla funzione Panorama (innovazione su iPhone ma comunque presente su dispositivi della concorrenza da tanto tempo) che permette di scattare foto panoramiche ad alta risoluzione fino a 28 megapixel.

iPhone 5

La novità che più mi ha colpito della fotocamera di iPhone 5 è la superficie totalmente fatta di cristallo di zaffiro:

La superficie della fotocamera iSight è trasparente come il vetro, ma non è di vetro: è fatta di cristallo di zaffiro, secondo solo al diamante per durezza tra i materiali trasparenti. Così è molto più difficile che l’obiettivo si graffi.

Migliorie sono state introdotte anche nella registrazione video, con un miglior stabilizzatore di immagini, possibilità di scattare foto durante la registrazione di un filmato (non è una novità assoluta nel mondo degli smartphone) e la video chiamata Facetime in alta definizione (HD) a 720p, tramite la fotocamera frontale.

Prima ho scritto dei due microfoni presenti a destra e sinistra del nuovo connettore Lightning. Il terzo è stato piazzato al centro tra il LED flash e, appunto, la fotocamera.

Nuovo processore, nuova potenza grafica. Come sempre accade nei Keynote Apple durante la presentazione di nuovi dispositivi, Cook e compagnia bella svelano pochi dettagli relativi all’hardware. Anche ieri è capitata la stessa cosa.

iPhone 5

L’unica cosa sul nuovo processore A6 di iPhone, detta, è relativa alla velocità “2 volte più veloce rispetto al chip A5, doppio più veloce graficamente rispetto al precedente, A5″. Nella mattinata odierna si è scoperto di più su questa nuova CPU. Si tratta, per la prima volta in assoluto su uno smartphone, del nuovo chip ARM Cortex A15 Dual Core (separati) sviluppato da Samsung e montato in esclusiva, almeno per ora, sul nuovo iPhone. Questo A6 è un dual core (non sono gli stessi core del 4S), con la stessa GPU del nuovo iPad, quad core.

I risultati grafici sono visibili a tutti. Un esempio è stato fatto con il nuovo Real Racing 3. Grafica a livello di console (non ha caso la GPU quad core di iPhone 5 è la stessa di PS Vita, controllare per credere). In tutto queste belle parole scritte, chi ci guadagna (per ora affermato da Apple, più in la vedremo con mano) è l’autonomia e quindi la batteria del terminale con 8 ore di navigazione 3G, 8 di conversazione e 10 di riproduzione video.

Sono rimasto particolarmente soddisfatto del nuovo processore.

Nuove cuffie. Altra novità di iPhone 5 sono le cuffie, totalmente ridisegnate da Apple e denominate Apple EarPods.

iPhone 5

Come descritto, “gli ingegneri Apple hanno testato più di 100 prototipi di Apple EarPods su oltre 600 persone”.

Non c’è altro da aggiungere, visto che sono solo delle “semplici cuffiette”. Appunto.

iPhone 5 e iOS 6. iPhone 5, disponibile nel nostro Paese dal prossimo 28 settembre ad un prezzo non ancora dichiarato ufficialmente) vedrà iOS 6 preinstallato di default. Di iOS 6 abbiamo parlato ampiamente di tutte le novità presenti, tra le quali Siri in lingua italiana, la nuova applicazione Mappe (con rappresentazione anche in 3D) sviluppata interamente da Apple, Passbook, iCloud, e via discorrendo (tutto su iOS).

Restando in tema di iOS 6, il 19 settembre chi ha un iPhone 3GS, iPhone 4, iPhone 4S, iPad 2, nuovo iPad, iPod Touch 4G e iPod Touch (quinta generazione), potrà aggiornare gratuitamente alla nuova versione di iOS.

LTE e wireless “superveloce”. iPhone 5 è anche il primo iPhone (non primo smartphone) a collegarsi alla rete LTE (100 mbps in downlink), oltre che ad avere un wireless 802.11n dual band fino a 150 Mbps.

iPhone 5

La compatibilità è anche per altri protocolli come l’HSPA, HSPA+ e DC-HSDPA.

iPhone 5, conclusioni

Voglio sottolineare che si è trattato di un post “personale”, in cui ho scritto le mie considerazioni sul nuovo iPhone, condivisibili o meno. Per tutti i delusi, voglio concludere con questa frase, riassuntiva dal mio punto di vista per il keynote di ieri:

Apple non ha rivoluzionato, ha solo migliorato le varie caratteristiche per arrivare alla perfezione.

Se volete, potete aggiungere un commento indicando cosa vi è piaciuto e cosa no, sul nuovo iPhone.

Ti è piaciuto l'articolo?

  • Si, mi piace! --------------------->
  • No, non sono d'accordo perchè... -->

7 Responses to “iPhone 5: alcune considerazioni personali”

  1. silvio

    set 13. 2012

    condivido le tue considerazioni. MA..c’è un ma, la Apple forse c aveva abituati troppo bene e personalmente credo sia mancata quella cosa ke ti fa esclamare WOW appena la vedi!
    x il resto mi piace molto e credo ke lo cambierò col mio 4s
    ciao

    Reply to this comment
  2. LikEaWolf

    set 13. 2012

    L’EFFETTO “WOW” è MANCATO PERCHE’ SI è ARRIVATI AL KEYNOTE CHE SI CONOSCEVA GIA MOLTISSIMO DEL NUOVO IPHONE 5.
    L’EFFETTO WOW è DATO DALLA SCOPERTA TUTTA ASSIEME DI PARTICOLARI STRABILIANTI…quando si comincia a sapere molto gia prima della presentazione del prodotto allora l’effetto non è piu di sorpresa ma di accertamento di quanto gia trapelato e giunto alla nostra conoscenza prima

    Reply to this comment
  3. nikaangel

    set 13. 2012

    il nuovo iphone non è male, solo forse la delusione viene dal fatto ke i rumors hanno preso in pieno tutto qst volta, ed è quasi come se questo iphone lo avessimo visto 2 mesi fa, e quindi ci sembra deludente, ma soltanto xke gia sapevamo quasi tutto prima ancora ke uscisse.
    io sono 3 mesi ke seguo le varie notizie perchè lo desideravo tanto, e quando ieri l hanno presentato e l ho trovato in tutto e per tutto identico ai rumors mi è sembrato di vedere qualcosa di già visto :(
    e l unica cosa è che ora anche altri smartphone hanno caratteristiche simili, e vedere i prezzi( ancora non ufficiali) così alti in un telefono ke se tralasci i “dettagli” puoi trovare a di meno ti fa rimanere un po male.
    ma comunque oltre questo è davvero bello, solo troppo sottile :(

    Reply to this comment
  4. david

    set 13. 2012

    Concordo L’EFFETTO “WOW” no c’e stato perché sono trapelate le foto..

    Reply to this comment
  5. Fanta-Boy

    set 14. 2012

    Beh una cosa che noto è che alcune cose l’iPhone le ha messe solo ora quando la concorrenza già lo ha fatto (LTE,Foto panoramica,dispaly più grande). Apple non rischia di non essere avanti? Poi Apple è molto ristretta rispetto a Android (Bluethoot con tutti i cellulari, microSD)

    Reply to this comment
  6. EniJ

    set 14. 2012

    Ehm…scusate…nn vorrei fare il troll di turno…ma vorreste dire ke se nn fossero uscite le foto prima avreste detto “WOW”? Cosa ve l’avrebbe fatto dire? Il design? LTE? Il dock piu piccolo? Nn c’è stato niente da far aprire la bocca, indipendentemente dal fatto ke si sapesse gia tutto prima…in fondo nn vi ha fatto dire wow neanke qnd avete visto le immagini leaked…

    Reply to this comment
  7. simonicc

    set 16. 2012

    Concordo con quanto detto da alcuni utenti circa la mancanza di “straordinarietà” dell’ultimo keynote…ma a differenza di altri non penso affatto che questo sia dovuto solo a gli spoilers, quanto alla mancanza di innovazione di quel stay foolish di cui parlava Steve. Cambiare qualche caratteristica dell’iphone per portarlo ad un livello superiore non è lontanamente comparabile alla rivoluzione tecnologica portata dai primi ipod, o dal primissimo imac bondi o dal successivo a schermo piatto e con la palla sotto…insomma in 5 anni di iphone mi sarei aspettata di più e non sono più troppo convinta che la apple sarà in grado di stupirci ancora ma ovviamente lo spero!

    Reply to this comment

Leave a Reply