La Top 5 dei consigli per la sicurezza dei PC

Gli annunci che propongono una ‘sfida’ tra Mac e PC sono in pieno vigore, e sostengono che un sistema operativo è più sicuro contro i virus, come se questo fosse un incentivo alla vendita di un computer. Ma in effetti, quanto è importante proteggersi dai virus in questo momento? Considerando che nessuno dei due sistemi operativi è al sicuro dalla possibilità di essere infettato da virus se viene utilizzato in modo improprio, è possibile dire che virus, malware, trojan e quant’altro sono un grosso problema.

Che cosa si può fare allora per proteggersi da un attacco di virus? In questo articolo vi forniremo alcuni consigli basilari, una vera e propria classifica Top 5 delle precauzioni e comportamenti da tenere affinchè il proprio computer possa funzionare in modo perfetto e si mantenga alla larga dai virus.

 

1. Utilizzare anti-virus software sempre aggiornati – Forse il modo migliore per mantenere il computer al sicuro dalla minaccia di virus è un efficiente anti-virus software. È molto importante scaricare il software da una società degna di nota come: Ad-aware, Spybot e Avast. Queste società infatti mettono a disposizione anti-virus gratuiti che vengono costantemente aggiornati. È importante quando si scarica un software anti-virus, badare bene che non si stia scaricando un virus stesso (i cosidetti fake-antivirus), perché questo è uno dei loro travestimenti più comuni. È per questo che si dovrebbe sempre affidarsi ad una società degna di fiducia.

 

2. Essere cauti con le email – Le email sono uno dei modi più semplici per diventare vittime di un’infezione da virus su larga scala, e il modo più semplice per evitarlo è quello di non aprire alcuna e-mail sospetta o seguire qualsiasi collegamento alla ‘cieca’ o, ancora peggio, eseguire allegati di cui non si è al 100% sicuri. Se si conosce il mittente e l’allegato sembra comunque sospetto, semplicemente assicurarsi per telefono o di persona che quel file sia stato mandato volontariamente dalla persona e che sia sicuro, prima di aprire l’allegato.

 

3. Utilizzare password migliori – Questo consiglio è diventato qualcosa che le aziende hanno trasformato in regola ferrea da rispettare, ma è ancora qualcosa che deve essere sottolineato: utilizzare sempre password complesse. Non usare come password semplicemente il proprio nome o il nome del proprio cane. È necessario aggiungere numeri e caratteri speciali all’interno della password, come ad esempio un segno #. Questo renderà molto più difficile a qualsiasi programma di hacker e a potenziali virus di prendervi di mira. Se si teme di non ricordare password lunghe, il trucco è quello di provare ad usare delle frasi, dato che di solito sono le password migliori ma comunque facili da ricordare.

 

4. Usare programmi anti-spyware – anche se molti di questi programmi sono sempre più spesso integrati con i programmi anti-virus, è comunque importante notare che lo spyware interessa un computer molto più comunemente di un virus. Gli spyware possono nascondersi sotto forma di annunci che spuntano sul desktop, o anche solo come un programmino in esecuzione in background che spreca importanti risorse del sistema. Possono anche non essere virus, ma sono fastidiosi e pericolosi ed è importante essere preparati ad affrontarli.

 

5. Fare attenzione da dove si scaricano i file – Il luogo da cui si scaricano i file gioca uno dei ruoli più grandi tra le probabilità di ottenere un virus o meno. Evitare di utilizzare quanto più possibile le reti P2P se non si ha grande dimestichezza, dato che sono probabilmente i più pericolosi ambienti di download esistenti. Se si visita una pagina web e una finestra di messaggio chiede di installare qualcosa, uscira immediatamente dal sito web, arrivando a premere ctl-alt-canc , se necessario. Questo è uno dei modi più semplici per evitare che il computer venga infettato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>