Navigare tramite server Proxy grazie a Proxy Searcher

anonimo

Il mondo del web è ormai vastissimo e ogni giorno sempre più persone si collegano ad internet per visitare le pagine web preferite o magari consultare qualche forum di proprio interesse. Proprio per questo però non ostante l’elevatissimo numero di persone che si collega, ad oggi la rete conosce tutto di noi come ad esempio  il nostro indirizzo IP e tutto quello che facciamo e seguiamo cosi, il modo più semplice e forse anche quello più ideale sarebbe quello di navigare anonimamente utilizzando la rete tor oppure mascherandosi sotto dei server Proxy.

Quest’oggi, focalizzeremo l’attenzione proprio su quest’ultimi e cercheremo di capire come utilizzare dei server Proxy per navigare anonimamente in tutta tranquillità e per lo più senza utilizzare procedure difficili.

Navigare tramite server Proxy grazie a Proxy Searcher

Uno dei problemi principali che affliggeva gli utenti a non utilizzare i server Proxy era proprio il fatto che quest’ultimi non sempre erano raggiungibili e spesso e volentieri qualora non fosse stato selezionato il server giusto, si verificavano dei rallentamenti riguardanti la propria linea Adsl e di conseguenza non riuscire a navigare come si sperava cosi, quest’oggi ho deciso di presentarvi un nuovo programma in grado di assicurarci la navigazione anonima ad internet mediante l’utilizzo dei server proxy e il tutto in maniera del tutto automatica quindi senza dover ogni volta ripetere la procedura manuale per inserire l’indirizzo e la porta del relativo server.

Navigare tramite server Proxy grazie a Proxy Searcher

Il tool in questione è Proxy Searcher, un programma del tutto gratuito che ci permetterà di navigare anonimamente sulla rete offrendoci la possibilità di effettuare una normale ricerca di proxy in modo da visualizzarli i server funzionanti e le loro relative velocità e il tutto in un solo click!

1

Una volta avviato, basta cliccare sul tasto Search ed il programma eseguirà una breve ricerca visualizzandoci tutti i relativi server. Ciascun server è elencato con il suo indirizzo IP e porta, così come anche il suo tempo di risposta. Per la maggior parte proxy, è visualizzato anche il paese in cui sono ospitati.

Ma come già detto prima, una delle funzionalità sorprendenti di cui il tool è dotato, è la possibilità di poter impostare il proxy automaticamente senza dover utilizzare la procedura manuale. Difatti, basta fare clic sui pulsanti Internet Explorer o Firefox accanto a ogni server proxy per impostare automaticamente il proxy nel browser. Per chi invece utilizza Chrome, non c’è da preoccuparsi in quanto Chrome attualmente sta usando le impostazioni di rete di Internet Explorer quindi nel momento in cui deciderete di applicarlo a quest’ultimo, anche Chrome beneficerà di tale vantaggio. Mentre, qualora si utilizzasse un browser diverso, è necessario aggiungere manualmente le impostazioni del proxy.

In realtà, Proxy Search non fa altro che effettuare una ricerca su Google per trovare i giusti server ma la cosa più sorprendente è che nel momento in cui vogliate aggiungere un nuovo indirizzo di ricerca, il programma vi permetterà di farlo.

2

Facendo clic su Tools in alto a destra e poi su Settings, è possibile aprire le preferenze. Qui trovate una scheda generale con le preferenze. È possibile impostare le dimensioni della pagina e il conteggio thead , permette l’esportazione, limitare la larghezza di banda utilizzata dal programma, o cambiare il modulo GEO IP utilizzato dall’applicazione per determinare la posizione di un server in tutto il mondo.

Un clic sul segno più crea una nuova opzione di ricerca personalizzata. È possibile creare una ricerca personalizzata per i proxy, utilizzare il programma per analizzare un elenco di siti o impostare che il programma effettui una scansione di una cartella del sistema locale per nuovi server. Una volta fatto, sarà disponibile nella finestra principale del programma.

E voi utilizzare i Server Proxy per navigare su internet?

 

Comments

  1. enzopezzullo says

    Funziona sia a 32 che 64 bit e necessita di net-framework 4.5 che provvederà il programma stesso a caricare.
    Per curiosità: come faccio a sapere che stà funzionando con proxy searcher? La schermata mi sembra la stessa.

  2. enzopezzullo says

    Penso che su Google devo scrivere “dove mi trovo” e non dove sono,in quanto con “dove sono” mi rimanda ad un’altra pagina di scelta

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>