Piccoli browser crescono: Chrome aumenta, Firefox cala

Periodo di particolare attività per quanto riguarda le statistiche dei browser. StatCounter fornisce gli inaspettati trend mensili, confermando la continua ascesa di Google Chrome e il lento ma costante declino di Mozilla Firefox. Internet Explorer tiene duro e arresta la discesa, mentre nessuna novità per Opera e Safari, le cui percentuali rimangono grosso modo inalterate.

Statistiche dei browser: Luglio 2011

Le statistiche di Luglio mostrano diverse novità. Inaspettate forse, ma che già erano nell’aria. Firefox, il browser del panda rosso che da sempre godeva di cifre in salita, risulta ora in decadenza. Rispetto al mese precedente, il market share aggiornato è del 28,34%, con quasi un punto percentuale in meno. La supremazia che aveva da poco conquistato in Europa, inoltre, è già stata rivendicata dall’indiscusso leader Internet Explorer.

Dall’altra parte, Chrome mostra risultati sempre più incoraggianti, con una quota attuale pari al 20,65%, con un +1,5% rispetto a Maggio. Del browser targato Google, agli utenti piacerà la velocità, l’aggiornamento automatico o forse l’immediatezza d’interfaccia, certo è che negli ultimi mesi l’incremento è stato costante e sempre positivo, anche nella sola Europa.

Sorprende anche Internet Explorer che, invece, pare aver arrestato la sua caduta verticale, assestando l’attuale adesione al 43,58%. La ragione è da ritrovarsi nel buon lavoro fatto dal team Microsoft nella nona versione, e nell’evidente impegno profuso anche nel rilascio successivo. Assolutamente stabili rimangono Opera e Safari, con quote rispettivamente del 1,74% e del 5,07%.

A me sembra che, rispetto agli anni precedenti, le persone abbiano iniziato a prestare molto più attenzione circa l’adozione del navigatore, come anche le statistiche dei browser dimostrano.

Ti è piaciuto l'articolo?

  • Si, mi piace! --------------------->
  • No, non sono d'accordo perchè... -->

No comments.

Leave a Reply