batterie super rapide
batterie super rapide

Di anno in anno gli smartphone migliorano sotto ogni punto di vista, schermi più grandi e risoluti, ram sempre più capiente, processori sempre più veloci, GPU fenomenali, fotocamere mostruose….. e batterie che durano sempre meno a causa di tutto questo.

A quanto pare la svolta è vicina (per cosi dire) infatti alcuni studiosi dell’università di Stanford avrebbero sviluppano un nuovo tipo di batteria con capacità soddisfacenti e tempi di ricarica che si aggirerebbero intorno ai 60 secondi, senza contare inoltre che tali batterie sarebbero molto più sicure di quelle agli ioni di litio attualmente utilizzate nel mercato per gli smartphone.

Chi deve prendersi il merito di questa scoperta è il team del professore Hongjie Dai che ha effettuato studi sulle batterie agli ioni di alluminio che, su carta, dovrebbero garantire sicurezza, affidabilità, spessore ridotto, indistruttibilità (anche se bucate con un trapano 0 esplosioni) flessibilità, durata nel tempo e velocità di ricarica.

Seguendo la descrizione sembrano praticamente batterie perfette, in grado anche di piegarsi quindi ottime per dei futuri dispositivi pieghevoli.
Ovviamente essendo gli studi in una fase comunque non avanzatissima i problemi ci sono, come per esempio la tensione che viene erogata da queste che non garantisce un livello sufficiente rispetto a quella erogata dalle attuali batterie agli ioni di litio, ma comunque il professore rassicura, è al lavoro.

Abbiamo sviluppato una batteria ricaricabile in alluminio che può sostituire i dispositivi di carica esistenti, come le batterie alcaline che sono un male per l’ambiente, e le batterie agli ioni di litio che a volte esplodono in fiamme, la nostra nuova batteria non entra in combustione, anche se trapano attraverso di essa letteralmente.
Durante gli studi hanno provato diversi tipi di materiali per realizzare il catodo, abbiamo scoperto che accidentalmente una soluzione semplice è quella di utilizzare grafite che è sostanzialmente di carbonio. Nel nostro studio, abbiamo identificato alcuni tipi di materiale grafite che ci danno ottime prestazioni per l’utilizzo.
L’elettrolita è fondamentalmente un sale che è liquido a temperatura ambiente, quindi è molto sicuro, le batterie agli ioni di litio invece possono essere un pericolo provocando anche un incendio.

La cosa veramente interessante è la rapidità con cui queste vengono ricaricate, e seppur la durata della batteria dovesse davvero essere leggermente inferiore a quella delle attuali batterie agli ioi di litio, i 60 secondi richiesti per ricaricarla sarebbero comunque un grande successo ed incentivo per il passaggi oa queste nuove batterie, il tempo di un caffè (anche meno) e di nuovo in pista.

Le nostre batterie producono circa la metà del voltaggio delle comuni batterie al litio. Migliorando il materiale del catodo potremo incrementare la densità dell’energia e la tensione erogata. A parte questo la nostra soluzione ha tutto quello che avete sempre sognato: ottima sicurezza, velocità di ricarica, flessibilità e durabilità.”

SHARE