Auricolari HI-TECH di ultima generazione: i migliori auricolari quale scegliere

Per l’audiofilo più esigente o lo sportivo che desidera un buon ascolto durante gli allenamenti, oggi la scelta di Auricolari Hi Tech è vasta e soddisfacente.

Alla ricerca di questi prodotti per consumatori attenti oggi risponde un’ampia gamma di modelli, con funzionalità e standard differenti.

Come si sceglie un auricolare Hi Tech?

La decisione in fase di acquisto è difficile e bisognerebbe orientarsi secondo le proprie esigenze personali:

qualità del suono, eliminazione del rumore esterno per una migliore concentrazione, comfort, autonomia della batteria, queste sono le caratteristiche principali che dovrai osservare nel momento del acquisto.

Auricolari Bose al Top: Ecco le scelte che abbiamo ritenuto migliori!

1. Bose QuietControl 30
Rappresentano forse il miglior compromesso tra qualità, design e soprattutto praticità, dal momento che questo genere di auricolari dovrebbero garantire il massimo comfort durante le attività sportive.
Le QuietControl 30 infatti sono dotate di un sostegno che va intorno al collo (neckband) e di auricolari a tre inserti che gli permettono di adattarsi a qualsiasi forma di orecchio. Il massimo dell’ergonomico e della stabilità mentre pratichi il tuo sport preferito.

Presentano la funzione di cancellazione attiva del rumore esterno, e ti è possibile regolarla con facilità consentendoti di decidere se restare completamente isolato o meno dai suoni dell’ambiente circostante.

2. Bose SoundSport Free Wireless
La qualità del suono di questi auricolari Hi tech si è dimostrata eccezionale. Grazie alla struttura “stay here” in silicone resteranno immobili nelle tue orecchie anche mentre corri sulla tua mountain bike o persino mentre fai parkour.

Pro: La connessione con l’apparecchio a cui vengono connesse è ottima, e un tastino laterale a sinistra ti permetterà di selezionare un secondo apparecchio sorgente. Questo permetterà quindi il passaggio dall’ascolto della musica a una chiamata senza particolari problemi.

Contro: i tasti non sono esattamente morbidissimi, dovrai farci un po’ l’abitudine, inoltre se utilizzate per riprodurre dei video si potrebbe verificare della latenza nella riproduzione audio.
Sebbene l’auricolare sia un In-Ear a ventosa e renda i suoni esterni ovattati non ti isolerà totalmente dall’ esterno.
Questo può essere ritenuto uno svantaggio, ma con un audio da fare invidia a molti cablati il prodotto resta un’ottima scelta.

Jabra sport pilse

3. Jabra Sport Pulse Special Edition
Te li vogliamo citare perché sono davvero stati pensati appositamente per gli sportivi a causa di alcune funzioni come misurazione di frequenza cardiaca (in tempo reale) o del V02 Max.
L’autonomia delle batterie è di circa 5 ore e anche se ne esistono di più longeve sul mercato, bisogna osservare che è una durata più che sufficiente per la maggior parte delle attività sportive.

Altri modelli di auricolari di qualità!

Non appartengono certo alla fascia economica, ma per chi desidera elevate prestazioni si tratta di un investimento che ripaga pienamente il prezzo.

Entrambe sono dotate della funzione di riduzione del rumore attiva.

4. SONY WH-1000XM3
Posseggono la modalità Quick Attention, con cui puoi consentire l’ingresso ai rumori esterni senza sfilare le cuffie.
Compatibilità col codec LDAC con standard aptX HD, grazie al quale puoi usufruire di ottima qualità del suono.
Ricarica rapida, autonomia della batteria fino a 30 ore e un comfort elevatissimo.

5. Bose QuietComfort 35 II
Con questo modello hai accesso immediato a una vasta selezione di musica e playlist utilizzando solo la tua voce grazie a Google Assistant e Alexa integrati.
Possiede compatibilità col sistema di realtà aumentata del suono Bose AR e in base all’ambiente circostante puoi regolare il livello di riduzione del suono.
L’autonomia con il cavo è di 40 ore, 20 ore invece senza cavo, e la struttura è più robusta di altri modelli senza che risultino più pesanti o scomode.

Carlo Campione

Bilaureato in studi umanistici ha all'attivo un libro sul cinema muto e poesie pubblicate in due raccolte in libreria. Amante della Storia non scritta dai vincitori vive a Malta dove ha potuto insegnare indegnamente in una Secondary School Internazionale, qui lavora su entrambi i fronti del "content", editor freelance e moderator per una multinazionale svedese. Figlio di pittore e nipote di poetessa vende la sua penna al miglior offerente, ma vi prega di non chiamarla arte

Carlo Campione ha 9 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Carlo Campione