Come restare anonimi nel 2019 – 7 soluzioni

//Come restare anonimi nel 2019 – 7 soluzioni

Come restare anonimi nel 2019 – 7 soluzioni

L’anonimato online rimane ancora un argomento largamente discusso e ci divide tra chi pensa che si dovrebbe rimanere sempre tutti tracciabili per poter monitorare qualsiasi attività illecita e chi invece reputa indispensabile salvaguardare l’esigenza quelli che, per i più disparati motivi, vogliono navigare ed esprimersi dietro la sicurezza offerta dall’anonimato.

Se stai leggendo queste righe probabilmente pensi sia importante optare per la seconda scelta e non ti si può biasimare: alla maggior parte delle persone non piace l’idea di essere spiato, controllato, o che i suoi dati vengano venduti a terzi per essere bersaglio di pubblicità indesiderate sebbene sempre più “pertinenti” ai propri interessi.

L’anonimato è inoltre essenziale per quelle persone che vivono situazioni a libertà di espressione limitata, a causa del paese in cui vivono, del loro governo, di una posizione politica o familiare scomoda e via dicendo.

Eccoti di seguito alcuni consigli che possono esserti utili per cancellare le tue tracce e innalzare i tuoi livelli di privacy. (link. https://www.garanteprivacy.it/ )

  1. Mantieni la mente sveglia e applica qualche piccolo accorgimento. Prima di dare l’autorizzazione al trattamento dei tuoi dati personali per la sottoscrizione a un servizio online o anche se richiesta in cartaceo, rifletti sempre su quanto ti puoi fidare dell’altra parte. La cessione a terze parti di informazioni che ti riguardano viene in questo modo concessa “volontariamente”.

  2. Sii un utente consapevole e informato sia sul tuo browser che sul tuo sistema operativo, sulle impostazioni del firewall, sul migliore antivirus che puoi utilizzare. Molti preferiscono utilizzare un sistema operativo come Linux per sentirsi più sicuri…se da un lato è vero che in questo modo ci si mette al riparo dalla maggior parte dei trojan e malware “mainstream” non bisogna dimenticare che virus che lo bersaglino in modo specifico possono comunque essere creati.

  3. Naviga il più possibile attraverso siti che offrano il protocollo https. La protezione TLS (Transport Layer Security) garantirà alti livelli di crittografia dei dati scambiati ed eviterà che possano in qualche modo venire alterati.

  4. Utilizza la modalità incognito fornita dal tuo browser. Garantirà il tuo anonimato in locale, ovvero non resterà traccia della tua navigazione sul computer di casa o dell’ufficio, ma i tuoi dati e la tua posizione potranno ancora essere tracciati.

  5. Considera la navigazione nel Deepweb, e l’utilizzo di TOR: molti ritengono questo livello di internet pericoloso per via del Darkweb, non bisogna dimenticare che le due cose non sono sinonimi

  6. Fai attenzione alle tue impostazioni sui social network e varia spesso le tue password: la maggior parte di essi ti danno la possibilità di innalzare il tuo livello di privacy e limitare l’accesso ai tuoi contenuti, riducendo il rischio di stalking, furto di identità, immagini e dati.

  7. Utilizzare un servizio di VPN (Virtual Private Network) resta probabilmente il sistema migliore: sono servizi che hanno server in diversi paesi, usano sistemi di criptaggio di alto livello e seguono una no log policy.

Utilizzando una VPN potrai facilmente accedere a contenuti audio e video non presenti nel tuo paese ad esempio attraverso NETFLIX o utilizzare servizi di streaming in tutta sicurezza.

La maggior parte dei servizi VPN possiede una versione gratuita o di prova che è spesso più che sufficiente per navigare in sicurezza e a banda larga ma i pro e i contro di alcuni di essi potrebbero farti valutare anche la sottoscrizione di un abbonamento.

Per velocizzare la tua ricerca eccone alcuni tra i migliori:

  • Windscribe VPN

  • Hide.Me VPN

  • Proton VPN

  • Hotspot Shield

  • TunnelBear VPN

 

Hai già pensato che sei disposto a spendere qualcosa in più per la tua privacy? In questo caso Nord VPN non ha una versione gratuita, ma potrebbe essere davvero una buona scelta!

Puoi trovare una descrizione più approfondita di questi servizi in questo articolo, dove troverai anche qualche consiglio su quali servizi invece evitare.

By |2019-07-02T19:52:09+02:00Luglio 2nd, 2019|Sicurezza e Privacy|0 Comments

About the Author: