5 tecniche per copiare a mano libera disegni e immagini

///5 tecniche per copiare a mano libera disegni e immagini

5 tecniche per copiare a mano libera disegni e immagini

Ci sono diversi modi per copiare disegni a mano libera in maniera tradizionale e per riprodurre manualmente le linee di un disegno in un nuovo supporto con fedeltà e velocità.

Non esiste un metodo migliore degli altri di per sé. Tutti hanno i loro pro e contro e saranno più o meno utili in base alle vostre esigenze specifiche del vostro progetto.

A seconda delle circostanze e del risultato che si desidera ottenere, la copia di un’immagine può essere un’opzione più vantaggiosa rispetto al disegno a mano libera.

1) Carta carbone

La carta carbone è un foglio sottile A4 con i lati coperti di carbone, cera o materiale tipo inchiostro che rilasciano un tratto se viene esercitata pressione fra di essi.

Questo processo di solito consiste di tre parti: l’immagine originale, la carta carbone e il supporto. I tre si uniscono in quest’ordine con l’immagine da riprodurre sul retro e il lato che macchia la carta carbone rivolta verso il basso verso il supporto finale.

La cosa migliore di questo sistema è il copiare le immagini in scala 1:1. Hai solo bisogno di coprire una carta con un materiale grasso come la grafite morbida (una matita B ). Con questo sistema il più grande svantaggio è che l’immagine originale è danneggiata durante l’ operazione.

Altri svantaggi sono che non è possibile vedere direttamente ciò che si sta disegnando ed è necessario premere più che con altri metodi, e ciò può causare segni irreversibili nel supporto finale.

2) Carta lucida trasparente

I fogli di carta a lucida (noti anche come carta vegetale in altri paesi) sono venduti in diverse dimensioni. La caratteristica che li differenziano dagli altri fogli è che sono traslucidi, il che consente di copiare l’immagine che si trova in basso su una scala di 1: 1 direttamente su questo foglio.

4) Copia alla Finestra

Ogni volta che è giorno, c’è abbastanza luce naturale e il tuo strumento di disegno non ne risente, puoi rintracciarlo in una finestra; ma se hai molto da copiare, disegnare in quella posizione forzata non è la più comoda o la più pratica. Un’altra alternativa utile è quella di disegnare su un normale tavolo di vetro e illuminarlo sotto con una lampadina portatile.

3) Tavola luminosa

La tavola luminosa è la versione professionale del copiare un’immagine in una finestra quando entra molta luce. E’ formata da una tavola con una potente fonte di luce elettrica all’interno e una superficie traslucida per consentire il passaggio della luce con intensità. Sul tavolo, l’ originale  che si desidera copiare su una scala di 1: 1 viene prima supportato e su di esso il documento su cui si desidera riprodurre.

4) Proiettore

Esistono fondamentalmente due tipi di proiettori di immagini fisse: proiettori opachi e trasparenti. Il proiettore per diapositive richiede che l’immagine da copiare sia stata precedentemente tracciata in acetato trasparente, ad esempio, mentre il proiettore opaco può riprodurre l’immagine originale.

I principali vantaggi dei proiettori è che una piccola immagine può essere riprodotta su scala molto grande variando la distanza a cui il proiettore è fissa rispetto alla superficie finale, l’originale non è danneggiato, il risultato viene osservata direttamente e può riprodurre l’effetto ottico su superfici tridimensionali.

I maggiori svantaggi sono che hanno bisogno di elettricità e di un’area scura e che occorre prestare attenzione per evitare le distorsioni del proiettore stesso o se la proiezione non è parallela al supporto.

Altro svantaggio è l’ ingombro, anche se i proiettori mini di ultima generazione sembra abbiano risolto questo problema.

5) Camera lucida

La Camera lucida è un altro dispositivo ottico che consente di visualizzare contemporaneamente attraverso un obiettivo il disegno e la scena che si desidera copiare. Inizialmente è stata usata principalmente nella copia di nature morte, ma se si lo si desidera anche può essere usato per copiare disegni. Cioè, oltre alle immagini bidimensionali, serve anche a copiare oggetti tridimensionali. Inoltre non richiede elettricità (funziona con un sistema di lenti e specchi), né di essere al buio.

Lo svantaggio è che le camere lucide (come ad esempio i proiettori) sono ingombranti, sia il modello e l’artista deve stare molto ancora così che il risultato è armonioso e fedele alla realtà. Per diverse dimensioni l’artista dovrà avvicinarsi o allontanarsi con il dispositivo e il supporto. Anche in questo caso, è necessario prestare attenzione alle distorsioni se gli angoli tra la fotocamera e il supporto non sono paralleli.

By |2019-01-23T08:50:20+02:00Gennaio 23rd, 2019|Fotografia|0 Comments

About the Author: